Prossimo evento

Calendario Eventi

Novembre 2019
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Iscriviti alla newsletter

 

Quando invii il modulo, controlla il tuo indirizzo email per confermare l'iscrizione

 

Inviaci la tua opera

Inviaci biografia, sinossi, opera completa e i tuoi recapiti per

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e ti risponderemo in breve tempo

Pubblica con PB

Saggi, romanzi, racconti, poesie, manuali, tesi, ricerche, atti di convegni, ecc. in cartaceo e in eBook.

"REGISTRATI" per poter inserire una recensione o per acquistare. La Registrazione implica l'avere letto e accettato quanto riportato nel documento Privacy

Email

Il controllo sottile. Dal potere della tradizione a quello di tv e social

ISBN: 9788896703434
Autore: DAVIDE FERRANTE
Titolo: IL CONTROLLO SOTTILE
Sottotitolo: Dal potere della tradizione a quello di tv e social network
Prezzo: 14,00
Genere: Saggistica. Costume e società

Valutazione: Nessuna valutazione
Prezzo:
Prezzo di vendita: 14,00 €
Prezzo di vendita IVA esclusa: 14,00 €
9788896703434
  • 9788896703434
Descrizione

Saggio sul controllo certosino e scientifico istruito e perpetrato dai gestori del potere. La necessità di controllare scaturisce dall’esigenza di pilotare i comportamenti e direzionare le scelte. Ma esiste in tantissimi anche un sottile piacere nel controllare e nell’essere controllati. Lo comunica la galassia televisiva e in particolare quella socio-informatica.
Sembra che il futuro dell’umano sia incentrato esclusivamente sul “vedere e l’esser visti”, a scapito di necessari slanci evolutivi figli innanzitutto di un pensiero critico che è sempre più minato.

Recensioni
Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Subcategory
Video

Saggio sul controllo certosino e scientifico istruito e perpetrato dai gestori del potere. La necessità di controllare scaturisce dall’esigenza di pilotare i comportamenti e direzionare le scelte. Ma esiste in tantissimi anche un sottile piacere nel controllare e nell’essere controllati. Lo comunica la galassia televisiva e in particolare quella socio-informatica.
Sembra che il futuro dell’umano sia incentrato esclusivamente sul “vedere e l’esser visti”, a scapito di necessari slanci evolutivi figli innanzitutto di un pensiero critico che è sempre più minato.